Come mettere il preservativo

Guida pratica, domande frequenti ed errori da evitare

Come si indossa un preservativo? La risposta ti sembrerà banale e scontata (Basta aprire la confezione, indossarlo e il gioco è fatto) ma in realtà un ripassino non fa mai male. Come di certo saprai, il preservativo è fondamentale sia per evitare gravidanze indesiderate che per proteggerci da conseguenze di gran lunga più pericolose per la nostra salute, come le malattie sessualmente trasmissibili. Un errore che le donne commettono spesso è pensare che l’uomo sia perfettamente in grado di indossare un profilattico nel modo corretto. Per fare sesso sicuro, invece, è molto importante essere pronte a correggere il nostro partner e a valutare se tutto procede come dovrebbe. Oggi ti daremo quindi alcuni consigli utili, vedremo insieme come togliere un preservativo correttamente e quali sono gli errori da evitare.

Com’è fatto un preservativo e quanti tipi ne esistono

Partiamo dalle basi. Che cos’è un preservativo? Come probabilmente già saprai, si tratta di una sottile guaina impermeabile ed elastica realizzata in lattice o poliuretano che aderisce perfettamente alle dimensioni e alla forma del pene.

Siamo abituate ad assistere a scene hollywoodiane di sesso focoso tra sconosciuti che, ammettiamolo, a volte ci fanno viaggiare così tanto con la fantasia che il primo pensiero è quello di spogliare il nostro partner e dare inizio al nostro spettacolo personale. Purtroppo, però, nella realtà non è così che dovrebbe andare. Come dice anche il nome stesso, i preservativi hanno lo scopo primario di proteggerti da malattie sessualmente trasmissibili e di prevenire gravidanze indesiderate. Quindi, anche se dovessi ritrovarti in una scena alla Nove settimane e mezzo con uno sconosciuto, ricorda sempre di non sottovalutare questo oggettino estremamente importante.

Fatta questa doverosa premessa, saprai anche che esistono diversi tipi di preservativi. Ci sono i profilattici anallergici senza lattice per chi ha un’allergia verso questo materiale, i preservativi super-sottili che danno l’impressione di non indossarli e, ancora, è possibile trovare condom stimolanti, colorati, fosforescenti e chi ne ha più ne metta. Come ci teniamo sempre a sottolineare, la chiave del massimo divertimento è sperimentare, sperimentare, sperimentare (il tutto in totale sicurezza).

Come conservare un preservativo: consigli utili

Il tuo partner ha l’abitudine di conservare il preservativo nel portafoglio? Va bene per una volta, ma è preferibile evitare perché il calore del corpo potrebbe danneggiarlo e renderlo quindi inutilizzabile. I preservativi vanno conservati in un luogo fresco e asciutto, lontano da sbalzi di temperatura. Il posto migliore è senza dubbio all’interno di un cassetto e nella loro confezione di cartone. Puoi tenerli anche nella borsa, ma fai attenzione che non vengano danneggiati da chiavi o altri oggetti appuntiti.

Come mettere il preservativo in tre semplici mosse

Adesso passiamo al momento che precede il rapporto sessuale. Come si mette un preservativo? Vediamo tre semplici passaggi per indossarlo nel modo corretto (e poterci quindi abbandonare al piacere senza ansia o preoccupazioni):

  1. Quando il preservativo è ancora dentro la confezione, spingilo piano verso il basso in modo da allontanarlo dal lato di apertura. Poi, apri delicatamente il pacchetto dalla parte seghettata, avendo cura di non danneggiare il profilattico con gioielli o unghie;

  2. Se la parte a forma di “cappellino” è rivolta verso l’esterno e l’anello posto alla base è arrotolato verso l’esterno, il condom è pronto per essere indossato;

  3. Prima di srotolarlo sul pene eretto, appoggia il preservativo sulla punta del membro. Con una mano pizzica il serbatoio stringendolo tra il pollice e l’indice e con l’altra srotola il preservativo fino alla base. Et voilà: le jeux son faits!

[product_category per_page=”12″ columns=”4″ orderby=”menu_order title” order=”ASC” category=”`{`object Object`}`”]

Come togliere il preservativo: alcuni accorgimenti

Anche questa operazione può sembrare banale, ma è bene tenere a mente due semplici accorgimenti:

  • Una volta concluso il rapporto e raggiunto l’orgasmo, il preservativo va tenuto ben saldo con due dita nel punto in cui è presente l’anello. Soltanto dopo il partner può ritirare lentamente il pene dalla vagina;

  • A questo punto il preservativo va tolto. È consigliabile chiudere l’estremità aperta facendo un semplice nodo, avvolgere il profilattico in un fazzoletto e buttarlo poi nell’indifferenziato.

Domande frequenti e consigli utili sull’utilizzo di un preservativo

E adesso passiamo al vero e proprio ripasso. Ecco le domande più frequenti che riguardano l’utilizzo di un preservativo:

I preservativi hanno una data di scadenza?

Assolutamente sì. Controlla sempre la data di scadenza prima di utilizzarli.

Posso utilizzare lo stesso preservativo più volte?

Assolutamente no. Ogni preservativo va utilizzato una volta sola e poi buttato nell’indifferenziata.

Posso utilizzare un lubrificante vaginale con il preservativo?

Sì, ma deve trattarsi di un lubrificante vaginale apposito. Chiedi consiglio al farmacista o al tuo medico curante e non utilizzare mai oli da massaggi o vaselina: il preservativo potrebbe danneggiarsi.

Posso srotolare il preservativo prima di farlo indossare al mio partner?

No. Il preservativo va srotolato direttamente sul pene in erezione in modo che aderisca alla perfezione senza formare bolle d’aria o pieghe.

Da che parte va srotolato il preservativo?

La parte “arrotolata” dell’anello deve trovarsi all’esterno e il serbatoio, a forma di “cappuccio”, deve trovarsi dalla parte opposta rispetto alla punta del pene.

Il preservativo non si srotola: perché?

Se il preservativo non si srotola probabilmente lo hai messo al contrario. Buttalo via e prendine uno nuovo.

Perché è necessario stringere il serbatoio tra due dita quando il preservativo viene indossato?

Per evitare che si riempia di aria. Il serbatoio è progettato per contenere lo sperma.

Il preservativo risulta danneggiato prima del rapporto: cosa faccio?

Non utilizzarlo. Il preservativo può svolgere la sua funzione soltanto se integro.

Durante il rapporto il preservativo scivola o si sposta spesso: perché?

Probabilmente la misura di profilattico scelta non è quella adatta a te.

Dopo l’eiaculazione, perché il preservativo va tenuto fermo con due dita?

Per due ottime ragioni: si evita che lo sperma all’interno fuoriesca e che il profilattico possa rimanere dentro la vagina.

Il preservativo risultato danneggiato dopo il rapporto: come mi comporto?

Per non incorrere in una gravidanza indesiderata, contatta il tuo medico curante o recati presso un consultorio: lì ti diranno cosa fare nello specifico.

Posso gettare il preservativo nel WC?

Assolutamente no. Il profilattico non è biodegradabile e pertanto va gettato tra i rifiuti indifferenziati.